Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 gennaio 2015 7 04 /01 /gennaio /2015 23:00

 

 

 

 

Sunday 4 january 2015 7 04 /01 /Gen /2015 21:29

 

 

 

Scuola Emilana del XVII secolo

 

Ebbene sì, cari lettori !

Padre Gino Burresi è ancora vivo nella memoria della gente, siano essi sacerdoti o laici, persone colte o semplici. Tutti hanno qualcosa da dire riguardo al loro campione. Perché Padre Gino per molti è un campione di fede, di speranza e di carità. E anche fosse vero che ha commesso dei reati, non si possono cancellare le azioni buone da lui compiute nei confronti della gente che si rivolgeva a lui per ottenere delle grazie. Chi è stato miracolato grazie alle sue preghiere, non riesce ad accettare l'idea che egli possa avere inciampato. Così come le persone che affermano di essere state da lui abusate sessualmente ed ingannate legano al suo ricordo il trauma incancellabile che le portano a negargli il perdono cristiano per le sue malefatte.

Ma qui non si tratta solo di cadute in atti omosessuali. A Padre Gino Burresi vengono addebitate molte più colpe, forse ancora più gravi degli atti omosessuali. Qui si mettono in dubbio tutti quei fenomeni mistici per i quali era conosciuto in tutto il mondo : visioni soprannaturali, profumi mistici, stimmate, conoscenza dei cuori, miracoli. E gli accusatori sono proprio le persone a lui più vicine, gli ex seminaristi di San Vittorino Romano, dove si erge il Santuario Nostra Signora di Fatima, fatto costruire da Padre Gino Burresi con le offerte dei fedeli. Perché di soldi a San Vittorino ne arrivavano a palate.

Insomma secondo loro sarebbe stato tutto falsità ed inganno, portati avanti per decenni fino alla cacciata di Padre Gino da San Vittorino, che mi ricorda molto la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre. Sì, perché per molti, me compreso, San Vittorino era un angolo di cielo, dove trovavo pace e serenità accanto a Padre Gino, anche quando mi tirava le orecchie. Ma anch'io ho ricevuto il mio zuccherino, tant'è che volevo entrare in seminario da lui.

Così, con il decreto vaticano che ne sentenzia la condanna, vengono gettate a mare tutte le opere di Padre Gino, che viene additato al popolo di Dio come persona da evitare perché pericolosa per la salute delle anime.

Ma nonostante ciò continuano ad aggiungersi firme sulle due petizioni per la sua riabilitazione : quella rivolta al Papa Emerito Benedetto XVI e quella indirizzata al Papa in carica Francesco.

Non si può negare che ciò costituisce un fatto insolito, per non dire eccezionale, che cioè a distanza di più di 25 anni dalle vicende scabrose che lo riguardano, non sia svanita l'eco di voci che si sollevano in  favore di Padre Gino.

Mentre l'unica voce accusatrice pervenuta sul mio blog è quella di Luigi, teologo tedesco, ex seminarista di San Vittorino, che con le sue accuse ricalca per filo e per segno le accuse che si leggono sulla stampa, quando viene citato il decreto di condanna vaticano.

Quindi suppongo che Luigi sia l'ex seminarista sentito dal tribunale ecclesiastico prima di redigere la sentenza finale di condanna contro Padre Gino Burresi, emessa il 27 maggio 2005.

Dunque o Padre Gino ha tradito noi, o noi abbiamo tradito Padre Gino. Dove noi significa la Chiesa, i cardinali e il Papa che lo hanno condannato. Certo è che Papa Benedetto XVI con la sua conferma del decreto di condanna si sta portando dietro un pesante fardello che solo Papa Francesco gli può togliere.

Ma sullo sfondo di tutto ciò può assumere un significato rilevante il messaggio di Giò ( G ) da me ricevuto il 2 aprile 2011 su un articolo del mio blog dove parlavo della Chiesa madre o matrigna, madre sotto il pontificato di Papa Giovanni Paolo I, Albino Luciani, matrigna sotto il pontificato di Papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, che recita come segue :

 

"Sono dentro, donna o uomo che vive li nel seno di questa chiesa.

Da me amata,desiderata e capita...

Sono dentro. Mi manca aria, Aspetto l'alba, Vedo tramonto.

La chiesa dei cardinali madri per gioielli, matrigne per l'amore.

Ho inciampato e la chiesa non mi sta raccogliendo.

Solitudine a me dona, a lei che avevo chiesto Maternità.

E l'anima mia, Povera, Riconosce lo sbaglio di aver scelto il dentro e,

Vorrei uscire ma dentro dovrò stare, per la madre che non accetta,

Il bene del vero che ho scoperto per l'anima mia. Chiesa,

Antica e poco nuova, Barca in alto mare,

Getta le reti Su chi ti chiede maternità. Madre o matrigna,

per me oggi barca in alto mare che teme solo di Affondare!

Matrigna."

Commento n°1 inviato da Giò il 2/04/2011 alle 14h27

 

Se a Padre Gino Burresi vengono attribuiti dei doni speciali, non capisco la difficoltà nel credere che quel messaggio possa essere stato originato proprio da lui e fattomi pervenire miracolosamente sul blog.

Insomma crediamo ai miracoli per intero o solo a metà?

C'è un film appena uscito nelle sale cinematografiche, che si intitola “ Si accettano miracoli “ che vi consiglio di andare a vedere. La gente ha bisogno di miracoli per credere. Io ai miracoli ci credo a prescindere.

E son certo : un miracolo  accadrà e non sarà falso.

 

Un affettuoso saluto

 

Riccardo Sante Maria Fontana


 

 

Antonello Venditti - Tradimento e perdono con testo - YouTube

www.youtube.com/watch?v=qMXVu4chhsY
20 set 2010 - Caricato da Sandangel169 

Condividi post

Repost 0
Published by nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso - in padre gino burresi
scrivi un commento

commenti

Francesca 01/21/2015 17:31

CARO RICCARDO, QUESTO LUIGI, EX SEMINARISTA CHE TU CITI ...BE' DOVREBBE VERGOGNARSI NON POCO...IO SONO PIù CHE SICURA CHE COME PADRE GEMELLI INCOLPO' INGIUSTAMENTE PADRE PIO ALL'EPOCA, COSI' ANCHE
COSTUI, TALE EX SEMINARISTA, SEDOTTO DA SATANA, HA OSATO CALUNNIARE UN VERO SERVO DI DIO...CHE DIO LO PERDONI...CERTO E' CHE IO DIFENDO A SPADA TRATTA PADRE GINO...LUI E' UN SANT'UOMO MA IL DEMONIO
ROMPE SEMPRE LE SCATOLE AI VERI SERVI DI DIO...DEL RESTO LA VITA DI SAN PIO CE LO INSEGNA...A VOLTE VORREI ESSERE COME SAN MICHELE ARCANGELO PER DIFENDERE E RIABILITARE PADRE GINO...QUANTA
INGIUSTIZIA HA DOVUTO SUBIRE...DIO CI INSEGNA IL PERDONA MA DIO E' ANCHE GIUSTIZIA...BE' IO SPERO CHE LA GIUSTIZIA DI DIO, COME LA INVOCO' PAPA GIOVANNI PAOLO II SUI MAFIOSI, COSI' IO SPERO CHE
ESSA SI ABBATTA SUI CALUNNIATORI DI PADRE GINO...CHE LA VERITA' E LA GIUSTIZIA DI DIO TRIONFI...PREGO LA MADONNA SANTISSIMA DI INTERVENIRE PER SALVARE IL SUO SERVO CHE PENSO SIA VERAMENTE STANCO DI
COSI' TANTE SOFFERENZE IMMERITATE...UN CARO SALUTO A TUTTI COLORO CHE SONO DALLA PARTE DI PADRE GINO. FRANCESCA

Francesco 04/29/2015 10:21

OKkk, grazie Francesca - Dio ti benedica

nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso 01/21/2015 18:50



Cara Franca, spiegami perchè non puoi firmare la petizione ed io ti comprenderò, ma dammi per favore una risposta, perché io sono sempre stato di parola e non tradisco la tua fiducia in
me. Inoltre non so se sai che Giò, l'angelo di Padre Gino mi ha scritto il  2 aprile 2011 sul blog nelsegnodizarri lasciandomi il seguente messaggio :


Commenti


 




Sono dentro,
donna o uomo che vive li
nel seno di questa chiesa.
Da me amata,
desiderata e capita...
Sono dentro.
Mi manca aria,
Aspetto l'alba,
Vedo tramonto.
La chiesa dei cardinali
madri per gioielli,
matrigne per l'amore.
Ho inciampato
e la chiesa non mi sta
raccogliendo.
Solitudine a me dona,
a lei che avevo chiesto
Maternità.
E l'anima mia,
Povera,
Riconosce lo sbaglio
di aver scelto il dentro e,
Vorrei uscire
ma dentro dovrò stare,
per la madre
che non accetta,
Il bene del vero
che ho scoperto
per l'anima mia.

Chiesa,
Antica e poco nuova,
Barca in alto mare,
Getta le reti
Su chi ti chiede maternità.
Madre o matrigna,
per me oggi
barca in alto mare
che teme solo di
Affondare!
Matrigna.


Commento n°1 inviato
da Giò il 2/04/2011 alle 14h27


  


 Ora Franca, tu devi scoprire quale fu questo inciampo, di cui parla Padre Gino. Se non fu pedofilia, cosa fu? Devi fare il don Matteo della situazione
e scoprirlo. Io da qui non lo posso fare, ma tu sì. Non mi dire che il messaggio non è di Padre Gino perché non ci credo. Padre Gino ha scelto il mio blog per diffondere la sua verità e se
così non fosse questo Luigi non mi avrebbe mai scritto. Tutta la mia esistenza si basa su quel messaggio ed io non ho chiuso i blog perché rimanesse immortalato per sempre. Collaboriamo
isieme ma non mi remare contro, perché in questo caso tu stai remado contro Padre Gino. O forse ti devo strillare come Padre Gino strillava a certe suore ottuse come te. Apri la tua mente su
questo messaggio del 2 aprile 2011 e cerca di interpretarlo come interpreti la bibbia. Sappi che anche quel messaggio è sacra scrittura di un Gino-Gesù sofferente. Non mi fare perdere tempo e
dimmi perché la tua congregazione non può firmare la petizione a papa Francesco. Ma cerca di scoprire in cosa Padre Gino ha inciampato. Sbrigati e non ti piangere addosso. AGISCI !!!


Riccardo 


 



Non Ti Voglio Perdere!!! - YouTube




► 6:34► 6:34




www.youtube.com/watch?v=hKi1JY42rYE


26 feb 2012 - Caricato da madboy608








Presentazione

  • : Blog di nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso
  • Blog di nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso
  • : testimonianze su padre gino burresi
  • Contatti

Link