Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 gennaio 2014 2 14 /01 /gennaio /2014 22:39

 

CERCASI AMORE PER PADRE GINO BURRESI

 

Commenti

Una domanda vorrei porre al Buon Samaritano che si è fermato a curarsi di noi.Pensi che io abbia sbagliato quando a gennaio del 2012 ho creato la petizione per la riabilitazione di Padre Gino Burresi ? Forse che ne devo creare un'altra da rivolgere a Papa Francesco ? Oppure sono cose che non spetta a me fare ? E perché tanti non l'hanno firmata ? Intendo i servi del cuore immacolato di maria,i confratelli e le consorelle di Padre Gino Burresi ed i consacrati della famiglia del cuore immacolato di maria. E' loro forse vietato di esprimersi attraverso la partecipazione a questa forma di democrazia ? Il Vaticano è una monarchia assoluta anche con Papa Bergoglio ?
Forse che tutto accade come nelle caserme, dove si deve procedere per via gerarchica e non vi è libertà di opinione ?
Come può la cosiddetta rivelazione cristiana imporre la sudditanza del cuore ? Il cuore si vela o si rivela ?
O c'è la paura di rivelare le proprie generalità perché si temono ripercussioni o provvedimenti disciplinari dal Vaticano?
Ma Gesù ci ha insegnato forse a nasconderci ?
Quanti sono pronti oggi al martirio ?
Riccardo Fontana
Commento n°4 inviato da RICCARDO il 30/12/2013 alle 05h06
Eccomi a rispondere pur se con un piccolo ritardo causato da mio fuori sede. Premesso che NON hai errato nel gennaio 2012 a proporre una petizione riabilitativa di padre Gino Burresi, mi sia consentito fare delle puntualizzazioni in merito, nel gennaio 2012 Papa Benedetto XVI° era in precarie condizioni di salute a causa delle quali ha subito alcuni ricoveri per accertamenti diagnostici all'Ospedale P.Genelli di Roma il che mi fa supporre che non abbia avuto l'opportunità pratica di venire a conoscenza della tua petizione, (dico questo anche perchè sono a conoscenza dei seri motivi di salute che ne hanno consigliato le dimissioni) e ciò mi fa ritenere cosa buona l'idea di rivolgere una petizione ex-novo a Papa Francesco.
Non spetta noi scrutare nell'animo di coloro che non l'hanno voluta firmare, come pure non spetta a noi giudicare il passato di un nostro Fratello in Cristo ma al contrario è nostro dovere di cristiani adoperarci affinchè qualsiasi fratello passato attraverso la teologia del pentimento dal peccato possa trovare la strada diretta che lo conduca alla resurrezione personale e torni a vivere nel mistero della fede in attesa di nuovi cieli e nuova terra restaurata sotto il regno di Cristo Re ! Pace e Bene ...
Commento n°5 inviato da ILBUONSAMARITANO oggi alle 21h15
Cortese Buon Samaritano, ho pensato male di Te....credevo Tu non mi rispondessi per la mia domanda troppo ingenua da apparire insidiosa. Ed invece mi hai spiazzato e con grande felicità ti trovo ancora dalla mia parte. Che Tu sia beato per avere creduto alla mia sincerità, quando ti dico che Padre Gino Burresi mi ha scelto come canale per far conoscere al mondo la sua sofferenza per essere considerato un lebbroso da emarginare. Io mi sono avvicinato a lui ed è stato così commovente per me ricevere in cambio il suo grazie per essergli stato vicino e avergli fatto posare il suo capo sul mio cuore materno. O Buon Samaritano, non ho atteso la tua risposta ed ho creato una nuova petizione rivolta a Papa Francesco, ponendo al suo centro proprio il messaggio di Gì(n)ò, memore delle tue parole di incoraggiamento a custodire tale messaggio nel mio blog come consolazione per le persone ammalate di sofferenza morale o di disperazione.
Non ho saputo scrivere di meglio. Qualche notte fa ho sognato che mi volevano mandare a fare l'interprete a Sassari per una riunione in lingua inglese. Non ho voluto andarci, perché io conosco il tedesco e non l'inglese. Ma sono soprattutto l'interprete di Padre Gino, come quando a San Vittorino gli chiesi se gli serviva un interprete di tedesco e lui mi rispose " perché no ? " e mi disse che me lo avrebbe detto lui quando. Eccomi Padre Gino, mi hai chiamato tre anni orsono, quando mi hai scritto quel messaggio ed allora ero ancora fermamente credente in Dio. Ed ora che non lo sono più così tanto, resto comunque ancora al tuo fianco e chiedo per te a Papa Francesco di riabilitarti, perché non voglio più vederti soffrire.
Riccardo Fontana
Commento n°6 inviato da RICCARDO Oggi alle 22h36
 
 

Condividi post

Repost 0
Published by nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso - in padre gino burresi
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso
  • Blog di nelsegnodipadreginosantuariodimontignoso
  • : testimonianze su padre gino burresi
  • Contatti

Link